Qi Gong cos’è e perché dovresti praticarlo

Ce lo spiega Francesco Bedogni in questa breve video intervista.

Francesco è un Maestro di Kung Fu Shaolin, diretto allievo di M. Shi Yan Hui, monaco di 34° generazione.

Qi Gong è un’antica Arte Cinese, movimenti del corpo codificati che mirano a far fluire il Qi, o energia vitale, all’interno dei nostri meridiani energetici e quindi nel nostro corpo.

Qi Gong mira a ristabilire il nostro equilibrio energetico e psicofisico lavorando sulla prevenzione delle malattie.

Francesco Bedogni

è Maestro di Arti Marziali di Kung Fu Tradizionale e diretto discepolo di Shi Yan Hui, monaco di 34° generazione originario del Tempio di Shaolin in Cina.

Francesco pratica Qi Gong, Meditazione e Arti Marziali da più di trent’anni e insegna questa meravigliosa arte nella sua scuola di Signa.

Appassionato allo studio del corpo umano e delle dinamiche emotive che ci permettono di migliorare, Francesco è anche massaggiatore sportivo.

Il Qi Gong è la più antica Arte Cinese di medicina.

La sua pratica è antichissima.

E se è arrivata fino ai giorni nostri…

puoi ritenerti davvero molto fortunato!

Infatti praticare Qi Gong dona salute

ristabilendo l’equilibrio energetico e fisico del corpo.

Che cos’è il Qi Gong, alcuni accenni

Praticare costantemente Qi Gong

permette al corpo di attivare i processi di auto guarigione

presenti naturalmente dentro ognuno di noi.

Il Qi Gong fatto in maniera consapevole e profonda

è una forma di meditazione.

I monaci Shaolin, nella pratica del Kung Fu,

sono soliti integrare il Qi Gong per rafforzare la propria energia.

Potrai pensare che il Kung Fu e il Qi Gong siano due discipline diverse,

niente di più lontano dalla verità.

Sono infatti due aspetti della stessa medaglia.

Qi Gong, un po’ di storia

Qi letteralmente può essere tradotto come respiro, il termine in realtà indica il respiro della vita, infatti il Qi è inteso come energia vitale. Oggi il termine in voga che lo descrive meglio è Prana.

La visione orientale vede infatti gli esseri viventi come dotati di un corpo fisico, mantenuto in vita attraverso questa forza vitale, che si trova tutt’intorno a noi, come in un campo in cui siamo immersi, e che scorre nel corpo attraverso dei canali preferenziali, definiti meridiani energetici.

La medicina cinese basa tutta la sua antica scienza sullo studio dei meridiani, osservando che in questi canali (Nadi secondo lo yoga) si possono formare dei blocchi energetici di Qi che, se non dissolti, possono poi provocare la malattia.

Ecco che diventa fondamentale la prevenzione, andando a ripulire i canali per far “respirare” il corpo.

Il Qi Gong ha origini davvero indietro nel tempo, addirittura risalenti a 2500 anni fa. Infatti intorno agli anni 70 nei pressi di un villaggio vicino alla capitale della provincia dell’Hunan, vennero ritrovati all’interno di una tomba dei frammenti parzialmente illustrati con uomini impegnati in esercizi di controllo della respirazione e del movimento.

La cosa davvero interessante è che nelle forme di Kung Fu tradizionale è presente il Qi Gong all’interno dei movimenti. Così mentre si pratica l’arte marziale si va anche a stimolare il flusso del Qi, ci si sente bene e in salute, prevenendo le malattie, e in ottima forma fisica.

Sia il Kung Fu tradizionale che il Qi Gong lavorano sull’armonizzazione degli organi interni.

Il tema salute e benessere è così attuale al giorno d’oggi che il Qi Gong si posiziona come una pratica davvero importante nella vita di tutti i giorni, al pari dello yoga e della meditazione, e può davvero migliorare la tua qualità della vita.

Ricarica le tue batterie interiori e ti permette di affrontare la vita di tutti i giorni con rinnovata vitalità.

Credimi, ti parlo per esperienza personale.

Ho iniziato la pratica del Qi Gong con le Arti Marziali e da allora non ho più smesso. Già dopo i primi esercizi si notano da subito i benefici.

Mi ritengo fortunata, perché ho potuto approfondire questa meravigliosa arte direttamente con alcuni Maestri del Tempio di Shaolin, durante il mio viaggio in Cina nel 2017.

( Se vuoi scoprire di più sui viaggi che l’associazione organizza tutti gli anni puoi leggerti gli articoli nella sezione VIAGGI ).

Prima di concludere voglio riepilogarti alcuni incredibili benefici della pratica del Qi Gong:

  1. Migliora la qualità della vita
  2. Previene le malattie
  3. Antistress
  4. Rilassante
  5. Ricarica le tue batterie
  6. Sblocca i meridiani energetici
  7. Rende più flessibili le tue articolazioni lavorando sull’allungamento dei tendini
  8. Armonizza i tuoi organi interni
  9. Aumenta significativamente la tua energia e vitalità
  10. Ti aiuta a dormire meglio
  11. Migliora la concentrazione
  12. Migliora il tuo umore e stabilità emotiva

Effetti negativi? Nessuno! 😀

.. ? .. a questo punto sorge spontanea una domanda: cosa aspetti a praticare Qi Gong? ?

Ti è piaciuto questo articolo?

Perchè non lo condividi con i tuoi amici? Ci aiuterai così a divulgare la cultura Shaolin il più possibile! In fondo alla pagina trovi i pulsanti di condivisione social.

E se vorrai lasciare un commento qui sotto sarà un piacere sapere quello che pensi e risponderti.

Ah, se ancora non hai scaricato la nostra video guida passo passo ai primi tre movimenti di Qi Gong ti invito a farlo inserendo la tua email qui sotto. Tranquillo niente spam! 😉

A presto

Rosa Pistolesi

Rosa Pistolesi

praticante di kung fu shaolin

Sono appassionata di arti marziali e di cultura orientale. Assieme a Francesco curo il sito web dell’associazione. Se vuoi contattarmi aggiungimi su FB!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 − quattro =